Parchi eolici e temperatura…

Sharing is caring!

Un interessante studio condotto da Liming Zhou, uno scienziato della State University di New-York (SUNY) Albany, fornisce spunti circa i possibili effetti sul clima dei grandi parchi eolici.
Questo studio indica che le temperature della superficie terrestre hanno subito degli aumenti in prossimità dei parchi eolici di grandi dimensioni nella zona centro-occidentale del Texas, “soprattutto di notte”.
Le osservazioni e le analisi sono state fatte in un periodo breve, ma meritano la dovuta attenzione in questo momento storico in cui ci stiamo muovendo verso un’era caratterizzata da una rapida crescita di impianti eolici, nella disperata ricerca di fonti energetiche alternative.

Proprio il legame evidenziato da numerose ricerche tra l’emissione di anidride carbonica derivante dall’uso di combustibili fossili e Riscaldamento Globale, ha spinto in questi anni numerosi Paesi a investire nella produzione di energia da fonti rinnovabili, prive di emissioni, come appunto l’Eolico. In realtà pare che anche l’Eolico possa non essere a impatto zero…

Per comprendere il potenziale impatto delle centrali eoliche sul tempo locale e il clima, il team di Zhou ha analizzato da satellite le ​​temperature della superficie terrestre dalle regioni dei grandi parchi eolici in Texas per il periodo 2003-2011.
I ricercatori hanno rilevato un effetto notturno di riscaldamento nelle aree degli impianti eolici: fino a 0,72°C per decennio nei nove anni in cui sono stati raccolti i dati.
Di anno in anno la temperatura della superficie terrestre nella zona dei parchi eolici mostra una persistente tendenza al rialzo corrispondente al crescente numero di impianti eolici in esercizio nel tempo.
“Questo effetto di riscaldamento è probabilmente causato dalle turbolenze delle pale eoliche che agiscono come una ventola che tira verso il basso aria più calda in prossimità della superficie, proveniente da quote più elevate di notte”.

Chiaramente, la variazione termica riscontrata è piccola e locale e non può essere certo direttamente collegata alle variazioni di temperatura della superficie terrestre su scala globale.  Tuttavia gli autori ritengono che questo lavoro richiami l’attenzione su una questione scientifica  importante  che richiede ulteriori indagini. Tra l’altro va considerato che “per un parco eolico dato, una volta che non sono aggiunte nuove turbine eoliche, l’effetto di riscaldamento può raggiungere un livello stabile.”   (National Science Foundation. “Night-warming effect found over large wind farms in Texas.” ScienceDaily, 30 Apr. 2012. Web. 23 May 2012)

 

[important]Previsioni per Giovedi, 24 Maggio 2012[/important]

L’espansione di un campo di alta pressione di matrice subtropicale africana sulla parte occidentale dell’europa, ha spinto verso i Balcani l’aera depressionaria responsabile della recente instabilità sulle nostre regioni, specie nelle ore centrali. E’ atteso pertanto un miglioramento nella giornata di giovedi, anche se non e’ esclusa un po’ di attività cumuliforme e qualche isolato piovasco nelle ore centrali e nelle zone interne, in presenza di residue infiltrazioni di aria fresca.

Cielo sereno o poco nuvoloso, con annuvolamenti locali nelle ore pomeridiane. Temperatura in rialzo e venti moderato da Nord Ovest

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares