Continua il caldo umido ma…

Sharing is caring!

Buongiorno e ben trovati. Continua la fase anticiclonica che interessa ormai quasi tutta l’Europa da una settimana a questa parte e continuerà a farlo ancora per molto. Certo, i massimi di caldo si sono avuti e si stanno avendo soprattutto su Penisola Iberica, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Danimarca, Scandinavia e tutto il centro nord Italia, dove da giorni si toccano temperature tra 35 e 40° in alcuni casi, ma anche noi del sud che siamo sul braccio orientale dell’anticiclone, in teoria quello più fresco, stiamo soffrendo parecchio, soprattutto a causa della forte umidità che si mantiene sempre su livelli superiori al 60% anche in pieno giorno e la suddetta fa si che nonostante le temperature qui siano più contenute, ma sempre over 30°, renda il caldo alquanto fastidioso. C’è da segnalare però una novità: un lieve calo dei geopotenziali in quota favorirà la genesi di nuclei temporaleschi che andranno a interessare tutte le zone interne dello stivale, dalle Alpi agli Appennini e data la disposizione delle correnti in quota da est nord est, questi temporali potranno sconfinare lungo le zone costiere tirreniche, in pianura padana centro-occidentale in alcuni casi (mentre scrivo una supercella sta interessando la pianura veneta occidentale) e per la Puglia le coste ioniche tutte, gli altri invece rimarranno a guardare. La possibilità di temporali si avrà soprattutto nelle giornate di oggi, domani e in parte sabato, poi la lieve ferita verrà ricucita rapidamente. Le temperature si manterranno su valori alti in tutto lo stivale e in tutta l’Europa Occidentale e i valori di umidità, seppur in calo, saranno ancora fastidiosi; venti deboli o assenti di direzione settentrionale. Buona giornata e a presto

Potrebbero interessarti anche...

shares